315

13 Agosto 2020 • articoli_home, Netural Travel

IMPARARE L’INGLESE GIOCANDO E…VIAGGIANDO

di Rita Scalcione

Ecco la prima rubrica mensile di libri di viaggio o per il viaggio di #Neturalfamilytravel. Oggi vi presentiamo Chiara, una personal Organiser di libri per bambini e ragazzi in inglese! Siete pronti a conoscerla? Leggete l’articolo perché c’è un piccolo regalo per voi!

Chi è Chiara?

Chiara vive a Milano ed è mamma di due bambini, Marco ed Elisa. Da sempre grande lettrice e, come tante di noi, da quando è diventata mamma, ha scoperto quanto sia meravigliosa l’editoria per bambini. Dal 2018 Chiara collabora come organiser con la casa editrice inglese Usborne, occupandosi dell’intero catalogo in lingua inglese. Sono oltre 2000 libri, già adatti a partire dalla nascita fino ai 18 anni e per chi non è madrelingua vi sono testi adatti anche all’età adulta. Il catalogo è veramente ampio e contiene libri di narrativa, libri attività, stickers, puzzle, dizionari e i temi trattati sono infinti.

In cosa consiste il suo lavoro?

Chiara è una personal organiser . Lei ti aiuta a trovare il libro più adatto alle esigenze del bambino, creando delle selezioni personalizzate in base alle richieste fatte. Contattandola è possibile acquistare i libri direttamente da Usborne. I libri si trovano fisicamente in UK, la consegna è affidata a DHL ed è tracciata e assicurata. Si rivolge ai privati, ma collabora anche con scuole e biblioteche.

Chiara e NETuralfamilytravel: ecco cosa faremo per voi

Vi avevo già accennato nella mia guida su” Gli indispensabili in valigia” che nello zainetto da viaggio dei miei bimbi non mancano mai i libri attività per passare il tempo al ristorante, durante le tante ore di volo o nelle lunghe attese. Loro adorano quelli della Usborne e io anche. Ma se questi libri fossero in inglese? Sappiamo che è fondamentale imparare l’inglese, soprattutto da piccoli e questo è un buon modo per iniziare divertendosi!

Nel favoloso mondo di Instagram un bel giorno ho conosciuto Chiara. Aveva appena postato la foto di un libro che aveva catturato la mia attenzione: un diario di viaggio per bambini della casa editrice Usborne in inglese. Da lì sono seguiti svariati messaggi è una lunga telefonata.

“Che ne dici Chiara se facessimo una selezione per le famiglie viaggiatrici di #Neturalfamilytravel?”

Ed eccoci qui…Lei è super professionale è subito ha colto le nostre esigenze. I bimbi in viaggio hanno bisogno di libri e giochi passatempo. Spesso ci sono lunghe attese, tante ore di viaggio, momenti di noia al ristorante o più semplicemente si ha bisogno di far qualcosa insieme sotto l’ombrellone al mare in queste calde giornate di Agosto.

I consigli di Chiara: la selezione estiva per #NeturalFamilytravel

Ecco la selezione che Chiara ha pensato per noi! Sono tre proposte. Tre attività da fare in vacanza.

Snap Card

Adatte dai 3 anni. Grazie alle Snap Card introduciamo l’inglese…giocando! E’un mazzetto di 52 carte plastificate (ci sono 13 soggetti diversi, per ogni soggetto ci sono 4 carte). Ogni carta è etichettata e raffigura un soggetto. Si può giocare a memory, a rubamazzetto o anche inventarsi un gioco di indovinelli. Ottime per introdurre i vocaboli, costruire storie, sviluppare la memoria.Vi sono vari soggetti  



Perchè ve lo consiglio per l’estate? Perfetto come passatempo per tutta la famiglia quando si è in montagna in attesa di uscire o al mare, al pomeriggio durante le ore della siesta.

Magic Painting.

Adatto dai 3 anni
E’ un albo da colorare, dove le immagini sono in bianco e nero. Basta passare il pennello in dotazione bagnato con acqua ed ecco uscire dalla pagina magicamente i colori.   I fogli possono essere staccati comodamente in modo da poterlo usare anche con più bambini (basta essere dotati di altri pennelli). Una volta colorato, si possono ritagliare le immagini, plastificarle o incollarle a un cartoncino rigido, e usarle come tessere delle nomenclature o anche per realizzare dei segnalibri da regalare. Ottimo per far rilassare i bambini,  per introdurre i colori e i primi vocaboli.Vi sono vari soggetti tra cui scegliere.

Perchè ve lo consiglio per l’estate? Perfetto per intrattenere i bambini quando si è fuori a cena 

Wipe clean

Adatto dai 3 anni 

I wipe clean sono libri o tessere attività, realizzati con carta plastificata: grazie al pennarello in dotazione, il bambino esegue l’attività e, una volta conclusa, si può cancellare semplicemente con un panno, ripetendola più e più volte. Vi sono varie proposte: per migliorare la scrittura o ad esempio per allenarsi in matematica. Oggi vi propongo le tessere wipe clean a tema viaggio. 

Perchè ve lo consiglio per l’estate :   sono ottime per intrattenere i bambini durante i viaggi 

Un fantastico regalo per voi…anzi, due!

Per i lettori di NETural Family e #Neturalfamilytravel potete avere questa selezione ad un prezzo speciale.

Il pacchetto comprende:  

  • 1 mazzetto di snap card
  • 1 magic painting-
  • 1 mazzetto di wipe clean

Il prezzo scontato è di 25€ (spedizione tracciata e assicurata inclusa). In più, se fai un ordine con Chiara entro il 31 di agosto avrai anche una copia OMAGGIO di “Holiday Puzzle Pad” , con oltre 200 giochi per le vacanze. Perfetto anche per gli adulti che vogliono esercitarsi con l’inglese.

Come faccio ad ordinarlo a questo prezzo speciale?

Semplicissimo: seguite su Instagram la pagina di Neturalfamilytravel https://www.instagram.com/neturalfamilytravel/ e quella di Chia_books https://www.instagram.com/chia_books/?hl=it ,taggate nei commenti due amici che possono essere interessati all’offerta e mandateci un messaggio per ordinare la selezione #NETuralfamilytravel.

Come contatto Chiara per altre consulenze?

Chiara è una forza e saprà indicarvi i libri gusti per i vostri figli. Ecco i suoi riferimenti:

Continue reading

691

4 Giugno 2020 • articoli_home, con i genitori

Smartworking o extreme working?

Quanto è stato difficile vivere questo lockdown da donna, madre e lavoratrice? Siamo arrivate in Fase 2 sfiancate, schiacciate tra famiglia e lavoro, con pochissimo tempo per noi e tantissime cose da fare, senza più il supporto dei nonni, della scuola, degli amici, delle nostre reti di aiuto, delle nostre valvole di sfogo.

di Mariella Stella

Quante volte siamo scoppiate a piangere perchè non sapevamo da che parte cominciare con le cose da fare? E quante altre ci siamo sentite delle pessime madri, delle pessime educatrici…insomma delle pessime, e ci siamo crocifisse per colpa di quel maledetto senso di colpa? Tante, troppe, con la sensazione di essere sole ma, invece, in ottima compagnia della moltitudine di donne, che, come ci racconta l’indagine IPSOS “DONNA E CURA IN TEMPO DI COVID19” hanno dovuto gestire da sole famiglia, figli e persone anziane, spesso insieme al lavoro: un carico pesante, che ha portato 1 donna su 2 in Italia a dover abbandonare piani e progetti a causa del Covid. 

E il passaggio da smartworking a extreme working si è compiuto in un attimo. Il tema ormai non è lo smartworking in sé ma le condizioni in cui viene svolto. È sempre più evidente quanto il Paese vada a due velocità sul tema delle famiglie. Chi gestisce una famiglia è chiamato ad essere veloce, efficace nel trovare rapide soluzioni organizzative, al passo con l’evoluzione della pandemia, con il ritorno ad una pseudonormalità, ma il welfare resta fermo, gli asili nido chiusi, le scuole pure, i centri estivi faticano a partire. Insomma, un carico insostenibile, un lavoro estremo a cui siamo costrette a sottostare, sentendoci ogni giorno sempre più sole.

La CGIL nazionale ha avviato la 1° Indagine sullo Smart working promossa dall’area politiche di genere e realizzata insieme alla Fondazione Di Vittorio per comprendere le ragioni alla base di percezioni tanto diverse dello smartworking e per individuare soluzioni e modalità per rendere davvero SMART il lavoro da casa. L’indagine, consultabile e scaricabile a questo link, fa emergere, ancora una volta, un carico maggiore sulle donne piuttosto divise tra esigenze lavorative e familiari.

In questi ultimi giorni molte testate giornalistiche, blog e organizzazioni del Terzo Settore ne hanno parlato, e come sapete, fare un po’ di rassegna stampa ci piace sempre per darvi qualche pillola di informazione 🙂

Buona lettura!

Valore D

Il Messaggero

Vanity Fair

Repubblica

Save the Children

Il Fatto Quotidiano

Donna Moderna

Wallstreetitalia

Io Donna

Continue reading

609

14 Aprile 2020 • articoli_home

Con i genitori

00-in-the-evening

NeturalFamily lancia la sezione “Con i genitori”, a supporto della genitorialità e dell’educazione dei figli in ogni fase di crescita. Grazie alla pedagogista Ilenia Amati, in questa sezione potrete trovare consigli e metodologie a supporto del lavoro più difficile del mondo: l’essere genitori!

LE PILLOLE DI GENITORIALITA’

Grazie alle “pillole” di genitorialità ogni settimana sarà possibile affrontare uno dei tanti temi caldi dell’essere genitori. E se ci sono richieste specifiche di consigli potete scrivere a hello@neturalfamily.com  .

Pillola n.1 –  Lunedì 20 aprile 2020 SIAMO PRONTI PER DIRE ADDIO AL PANNOLINO?

Pillola n.2 – Lunedì 27 aprile 2020E SE ARRIVA UN FRATELLINO?

Pillola n.3 – Lunedì 4 maggio 2020 – E’ FIGLIO UNICO?!?!?

Pillola n.4 – Lunedì 11 maggio 2020MAMMA E PAPA’ TORNANO A LAVORO

Pillola n. 5 –Lunedì 18 maggio 2020  “MAMMA HO PAURA E NON VOGLIO USCIRE! C’E’ IL VIRUS!”

Pillola n. 6 – Lunedì 25 maggio 2020“COSA SERVE A MIO FIGLIO PER IMPARARE A GIOCARE?”

Pillola n.7 – Lunedì 01 giugno 2020IL TEMPO COME RITMO E MOVIMENTO

Pillola n.8 – Lunedì 08 giugno 2020W I CENTRI ESTIVI!!! 

Pillola n. 9 –  Lunedì 15 giugno 2020 – 13 COMPORTAMENTI CORRETTI PER UN BUON ATTACCAMENTO MAMMA-BAMBINO

Pillola n.10 – Lunedì 29 giugno 2020  – AL MARE Sì MA…SENZA CIAMBELLINA

Pillola n.11 – Lunedì 6 luglio 2020 – FESTEGGIARE I SUCCESSI DEI PICCOLI!

Pillola n.12 – Lunedì 13 luglio 2020 – LE PAURE DEI BAMBINI

Pillola n. 13 – Lunedì 27 luglio 2020 – GIOCARE CON LE COSTRUZIONI

Conosciamo meglio Ilenia Amati!

Ilenia è una Pedagogista scolastica, specialista nel disagio minorile, devianza e marginalità.

PhD e attualmente Assegnista di ricerca in Pedagogia e Didattica Speciale presso l’Università degli Studi di Bari A.Moro, ateneo in cui si è laureata, ove si occupa della didattica inclusiva in ambito universitario. Molto sensibile alle tematiche riguardanti la famiglia, si occupa di consulenza familiare attraverso corsi preparto e formazione genitoriale e consulenza scolastica con formazione ai docenti. È coordinatore pedagogico in diversi asili nido e presidente della coop.soc. Le matite colorate (a Matera), centro psicopedagogico e didattico presso cui ha istituto uno sportello gratuito per bullismo e cyberbullismo.
È attualmente Giudice Onorario Minorile in Corte di Appello, sezione minori e famiglie presso il Tribunale Minorenni Bari. Si occupa di: formazione agli educatori, bullismo e cyberbullismo, lettura pedagogica del disegno dei bambini, gestione dei capricci e regole, letteratura per l’infanzia, ragazzi difficili, bisogni educativi speciali (Bes), area apprendimenti (dislessia) ed area della disabilità. Autrice di due volumi (“Il piccolo principe modello pedagogico per l’educazione ai sentimenti” ed ” Un educatore <da favola>” ), di articoli scientifici e capitoli in volumi.

Continue reading