Netural Family Point Category

Se il welfare parte dagli spazi

Il TED Talk di questo mese è dedicato ad un tema interessantissimo: lo spazio come luogo per il welfare.

Progettare e costruire spazi per bambini e famiglie che siano “a misura” e soprattutto che ne facilitino il benessere è una sfida da cogliere e a cui non ci si può sottrarre. Il welfare è nei servizi ma anche nelle idee degli stessi e negli spazi che li ospitano.

Da guardare tutto d’un fiato.

condividi suShare on Facebook5Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Continue reading

L’Accademia dei bimbi stracuriosi

Un mese fa a Casa Netural, nostro primo NETural Family Point in Italia, Vania Cauzillo e Cristina Palermo hanno presentato il loro primo “Workshop per genitori di gamification learning” in collaborazione con il nostro progetto.
Le due educatrici hanno infatti scelto proprio NETural Family come luogo per proporre il loro primo laboratorio sulle forme di apprendimento rivolto a tutti i genitori di bambini Stracuriosi.
Vogliamo  raccontarvi la “curiosa” giornata che abbiamo vissuto insieme attraverso questa breve intervista, in vista del secondo step del progetto che si svolgerà nei prossimi mesi.

Quando vi siete rivolte a noi, ci avete chiesto di trovare e invitare al workshop genitori di bambini STRACURIOSI… Noi crediamo di esserci riusciti ma provate a spiegarci meglio chi sono queste strane famiglie di curiosi?

Tutti i bambini sono naturalmente dei gran curiosoni ma quando sono consapevoli del loro potere e, insieme ai loro genitori, decidono di prendersi cura di questa curiosità diventano degli Stracuriosi con la S maiuscola!

Potenziare la propria curiosità non è un’impresa facile, è un’avventura a tutti gli effetti e per questo motivo un bambino Stracurioso ha bisogno del supporto di uno o più assistenti (comunemente chiamati genitori) che lo aiutino nella sua crescita.

Il compito degli Assistenti non è cosa da poco! Restare al passo con i mille modi di curiosare dei bambini richiede osservazione e impegno, soprattutto perché ogni bambino ha il proprio personale modo di esplorare e conoscere il mondo.

Il workshop che abbiamo organizzato voleva essere un piccolo corso di aggiornamento per gli Assistenti più volenterosi.

Ovvero? In cosa consisteva il workshop?

Nel workshop abbiamo condiviso con i genitori il nostro metodo di creazione di giochi educativi su misura attraverso una parte teorica e una pratica.

Durante la prima parte abbiamo illustrato quali sono le diverse forme di curiosità esistenti (prendendo in parte ispirazione dalla teoria delle intelligenze multiple di Howard Gardner) e abbiamo fornito un metodo e un piccolo prontuario per inventare e realizzare i giochi prendendo spunto dalle attitudini, dalle passioni e dai talenti del bambino.

I protagonisti della seconda parte sono stati invece i genitori che, dopo essersi divisi in gruppi – in base alle attitudini dei loro figli – sono riusciti a inventare seduta stante giochi per stimolare la curiosità dei propri bambini attraverso il movimento, i numeri, l’arte o le abilità interpersonali, immaginando per esempio di trasformare le stanzette in percorsi lunari senza gravità o di telefonare direttamente degli alieni per farsi raccontare i crateri lunari….

Come vi sono parsi gli Assistenti che avete incontrato?download-1

Erano sicuramente tutti molto zelanti, appassionati e desiderosi di conoscere nuovi modi per giocare e nello stesso tempo apprendere insieme ai propri figli e la cosa non ci sorprende.

Siamo certe che tutti loro in passato sono stati dei bambini Stracuriosi. Buon sangue non mente! E sono tutti tornati a casa con un prontuario per costruire un gioco perfetto da fare con i propri figli (e chissà forse anche per se stessi).

E per tutti gli altri Assistenti che volessero seguire dei “corsi di aggiornamento”?

Per aiutare i bambini Stracuriosi e i loro genitori (ma anche gli educatori in generale) un Teracurioso (ovvero un personaggio un bilione di volte più curioso di un normale Stracurioso) di cui non possiamo rivelare il nome e di cui nessuno conosce l’aspetto, ha deciso di fondare l’Accademia degli Stracuriosi.

Noi siamo state assunte da questa Accademia e quindi siamo a disposizione per offrire altri workshop a chiunque sia interessato.

In ogni caso l’Accademia degli Stracuriosi sarà presto anche online con contenuti testuali e video, pensati per i genitori ma anche per i bambini, infatti i genitori che hanno partecipato al workshop a Casa Netural hanno potuto conoscere in anteprima la nostra piattaforma e i suoi primi due contenuti.

Potete svelare qualcosa in più sulla piattaforma anche ai lettori del nostro blog?

La piattaforma dell’Accademia degli Stracuriosi è un luogo molto particolare dove si possono incontrare dei buffi personaggi, esperti degli argomenti più svariati, che racconteranno ai bambini, attraverso dei brevi video le loro conoscenze e le loro passioni. Tutti i personaggi sono interpretati da attori di teatro mentre i testi sono scritti da esperti divulgatori.download

I genitori (ma anche gli educatori in generale) potranno invece ricevere suggerimenti e consigli su giochi e attività educative da proporre a casa, all’aperto o in qualunque altro luogo per imparare e divertirsi con tutta la famiglia.

Un’ultima curiosità: come mai avete scelto proprio NETural Family e Casa Netural per sperimentare il vostro primo workshop?

Casa Netural ci sembrava il posto ideale per incontrare genitori attenti, appassionati e aperti verso le novità in campo educativo e non, e questo principalmente per due motivi: primo perché attraverso la “filosofia Netural Family” Casa Netural è attenta a da tempo ai bisogni e alle esigenze dei genitori e secondo perché è all’interno di questo luogo che è nato e si è sviluppato Netural Talk, un progetto di apprendimento delle lingue con metodologie non formali, dinamiche e interattive con cui condividiamo valori e metodi! Non a caso il loro payoff è “learning is fun, fun is learning.”

Quando sarà online l’Accademia?

Molto molto presto… ma per restare aggiornati o entrare in contatto con noi potete scriverci all’indirizzo redazione@accademiadeglistracuriosi.it oppure lasciarci la vostra email collegandovi al sito (ancora in costruzione) www.accademiadeglistracuriosi.it

condividi suShare on Facebook4Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Continue reading

QF | Uno spazio bellissimo! Nuovo partner e NETural Family Point su Milano

Un coworking, cobaby e coliving: uno spazio contemporaneo e polifunzionale, un “quoziente” per rendere la vita più semplice, dove poter conciliare lavoro, famiglia e benessere personale, attraverso una gamma di servizi integrati che ridisegnano un modello di innovazione sociale intorno ai bisogni della famiglia moderna.

La storia di Erika e Raffaella (le fondatrici) ci somiglia molto, infatti Qf (Quoziente Famiglia) nasce dall’incontro tra Erika Martinazzoli (visual designer) e Raffaella Celi (psicologa), entrambe mamme libere professioniste, che hanno voluto realizzare uno spazio a partire dalle proprie esigenze, dove co-fondere lato umano e vita professionale.

Qf utilizza la nota formula di “lavoro condiviso” (coworking), per liberi professionisti e aziende, con possibilità di accesso personalizzabile in base alle esigenze di ciascuno. Mette a disposizione postazioni lavorative con ampie scrivanie in legno rifinite a mano, uffici privati, una sala riunioni ed una zona relax&food. Oltre ad essere un luogo di lavoro moderno e dinamico, Qf è pensato anche per attività ludiche, laboratori, organizzazione di eventi e corsi.

Schermata 2017-03-16 alle 11.26.45

Qf è uno spazio di design, un luogo bello! Ma non soltanto “bello” perchè creato in collaborazione con creativi emergenti e sapienti artigiani, cui è stato affidato il compito di realizzare uno spazio non soltanto funzionale ma in grado di accogliere ed ospitare; Qf è rivolto a tutte le persone che desiderano lavorare in un ambiente dove i confini della propria scrivania possano aprirsi ai vicini di banco; 200mq di idee dove co-abitare e co-legare differenti ambiti professionali, favorendo la nascita di interazioni e progetti in un contesto armonico e piacevole.

A QF troviamo Qbaby: l’area interamente dedicata ai bambini, che consente ai genitori di lavorare a 13 passi di distanza da loro; è il cuore del progetto, lo spazio dedicato al gioco, l’intrattenimento e la nanna, ma soprattutto alla cura responsabile dei piccolini.

Il Qliving invece è il terzo quoziente di Qf e ha  l’obiettivo di  offrire ai coworker – e non solo – uno spazio dove poter condividere anche momenti di relax, benessere e socialità. Qui Qf organizza, con la collaborazione di professionisti esperti in varie discipline rivolte al benessere psico-fisico delle persone, alcuni servizi tra cui Spazio Equilibrio e Momenti di Benessere.

Point (1)

Insomma QF è un luogo ideale. Per tutti questi motivi QF entra a far parte a pieno titolo della nostra rete di Netural Family Point e sarà il vostro punto di riferimento a Milano! Cui si aggiungeranno presto i Point di Bologna e Roma, per dare a tutte le mamme e papà la possibilità di trovare soluzioni innovative su misura in tutto il territorio nazionale.

Siamo felicissime di avervi a bordo ragazze!

condividi suShare on Facebook15Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Continue reading

268

22 giugno 2016 • Netural Family Point

Apri un Netural Family Point nella tua città

neturafamily_illustrazioni-02

Andare a zonzo per la città con i bambini, fermarsi a mangiare in un bar al volo, o incontrare parenti e amici con i bambini al ristorante, andare a fare spesa con i propri figli o andare al cinema o in un museo, o persino dal parrucchiere o in banca dovrebbero essere parte della nostra vita quotidiana familiare, ma spesso diventano veri e propri incubi.

Potrebbero diventare invece pratiche molto più rilassanti se si scegliesse “il posto giusto”, family friendly, ospitale e accogliente per gli adulti, ma soprattutto per i bambini.

Continue Reading

condividi suShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Email this to someone

Continue reading