Genova è una città per bambini. Ecco la nostra esperienza al grande Acquario e non solo.

di Rita Scalcione

Ma Genova va ben oltre l’Acquario : ecco cosa fare a Genova per un weekend con i bimbi.

Acquario di Genova

Ci sono tante, tantissime città in Italia che vanno assolutamente visitate. Ma tra un viaggio e l’altro si rimanda sempre perché …“tanto è qui, c’è un volo diretto e prima o poi ci andremo!”.

In questo caso il nostro viaggio era in Francia, a luglio del 2018, ma non avendo trovato voli economici per la Francia del Sud…” sai che c’è? Arriviamo a Genova da Bari in aereo e da lì noleggiamo l’auto così ne approfittiamo per vederla”. E così abbiamo fatto al ritorno dal nostro on the road in Camargue e Provenza.

Genova

Avevamo solo due notti a disposizione e due giorni scarsi per visitarla e le placche alla gola mie e di mio marito con febbre e stanchezza non hanno proprio facilitato le cose, non permettendoci di fare tutto quello che avevamo in programma. Vi parlerò quindi prima di quello che abbiamo fatto noi e poi di tutte quello che potete fare con i bimbi se siete a Genova.

L’Acquario di Genova : un classico per tutte le età.

La visita all’Acquario, che siate con o senza figli, fa parte degli imperdibili.

E’ il più grande d’Europa e le opzioni per una visita sono tante. Tutto dipende dal budget, dall’età e dal tempo a disposizione.

Sul sito trovare tutte le offerte combinate per una visita a 360°. Il nostro viaggio risale a due anni fa, in periodo quindi pre Covid ma, ora più che mai, vi consiglio di informarvi tramite il sito ufficiale e consultare il regolamento di visita Covid-19, perché la capienza massima è ridotta e solo la prenotazione del biglietto online vi garantisce l’ingresso.

Per questioni di tempo e di età ( i miei bimbi avevano 2 e 4 anni all’epoca del viaggio) abbiamo optato per la visita classica. La struttura e immensa e si trova in un bellissimo edificio progettato da Renzo Piano nel Porto Antico di Genova. Lo scopo della sua esistenza ha obiettivi conservativi oltre che didattici.

Per una visita individuale del solo acquario, come quella che abbiamo fatto noi, considerate almeno 3 ore. Ma starei larga con i tempi. Ovviamente tutto dipende da quanto volete fermarvi ad ammirare ogni sala. Inutile dirvi che per i bambini, grandi amanti degli animali e degli abitanti dell’acqua – del resto chi non lo è alla loro età – è stata un’emozione grandissima vedere una così grande varietà di specie marine da vicino. Le vasche sono enormi e permettono agli animali di muoversi liberamente. Se avete bimbi piccolissimi, sappiate che il percorso è interamente agibile con i passeggini e quindi anche per i disabili.

Alcune vasche sono disposte su più livelli in modo da poter meglio osservare gli animali e il loro comportamento. I delfini hanno letteralmente catturato l’attenzione dei bimbi, incantati nel vedere le loro acrobazie sott’acqua. La visuale ti dava l’impressione di essere lì a giocare assieme a loro. Interessante anche la vasca tattile che ti permette di sfiorare le mante .

Ma quale modalità di visita scegliere all’acquario ?

Come dicevo, il classico percorso individuale non è il solo modo per fare una visita all’Acquario di Genova. Su sito infatti trovate diverse opzioni.

Processed with VSCO with g8 preset

Ecco alcuni esempi:

“L’esperto con te” ti permette di avere un biologo a tua disposizione solo per te e per i tuoi amici o familiari. Puoi scegliere il giorno, l’ora e anche il tema del tuo incontro speciale con gli animali dell’Acquario, oppure decidere tra una delle proposte: Mammiferi Marini, Mar Mediterraneo, Mari Tropicali, Animali pericolosi.

“Dietro le quinte” ti farà scoprire tutti i segreti dell’Acquario attraverso un percorso guidato nelle aree curatoriali e nei laboratori per conoscere tutte le attività necessarie al mantenimento delle vasche e alla cura e allevamento degli animali.

“Notte con gli squali” è un’ avventura riservata ai bambini 7/11 anni che consentirà di scoprire il comportamento notturno degli animali e dormire a tu per tu con i pesci.

Sono inoltre disponibili biglietti combinati per accedere ad altre strutture presenti al Porto Antico:

Galata: il museo del mare

Il più grande museo marittimo del Mediterraneo per un viaggio nella storia della navigazione. La visita è interattiva e si arriva persino alla “Sala della Tempesta” per poter vivere l’avventura di una scialuppa di salvataggio che deve affrontare le onde del mare durante un temporale, con tanto di schizzi d’acqua.

Tra attraenti, globi, una fedele ricostruzione di una galea genovese del ‘600 e tante altre attività, il Museo del mare rispecchia l’anima della città portuale che lo ospita.

Genova – Porto Antico

La Biosfera

Incredibile edificio progettato dall’architetto Renzo Piano. È un luogo dove imparare a conoscere la fauna e la flora delle foreste tropicali, delicati ecosistemi minacciati dallo sfruttamento umano, osservare da vicino oltre 150 specie, ammirare la loro fragile bellezza e comprendere come la loro sopravvivenza dipenda da tutti noi.

Bigo: l’ascensore panoramico

Il Bigo è l’ascensore panoramico situato nell’area del Porto antico vicino all’Acquario di Genova, anch’esso progettato dall’architetto Piano. Ti permette di avere una straordinaria visuale sulla città , portandoti ad oltre 40 metri di altezza.

La città dei bambini e dei ragazzi

Situata nel Porto Antico, all’interno dei Magazzini del Cotone. E’ un luogo dove i bimbi possono toccare, esplorare, giocare in totale sicurezza e, credetemi, non vorranno più andar via. Un’enorme area gioco-educativa per bambini e ragazzi dai 2 ai 12 anni. La  struttura è suddivisa in tre spazi espositivi in base alle diverse età:

Lo spazio 2/3 anni è strutturato come un bosco con attività motorie e sensoriali basate sulla scoperta dei sensi e del proprio corpo.

L’area dai 3 ai 5-6 anni costruita come un vero cantiere dove, muniti di caschetto, con piccoli mattoni e carriole, secchi e gru, i bimbi imparano a mettersi in relazione con gli altri. Possono inoltre provare divertenti esperimenti con l’acqua e compiere interessanti esperienze sensoriali e senso-percettive.

La città dei bambini e dei ragazzi

L’area dai 6 ai 12 anni è dedicata al mondo della scienza, della natura, della biologia, della logica attraverso una serie di giochi ed esperimenti interessanti.

La città dei bambini e dei ragazzi – Genova

Non dimenticate di portare gli antiscivolo e informatevi sulle norme di riapertura in questo periodo di emergenza Covid sul loro sito.

Ed Inoltre:

– Fate un’escursione al Santuario dei Cetacei per fare whale watching. Qui potete avere tutte le informazioni pratiche e la modalità di prenotazione;

– Andate ai parchi di Genova Nervi per passeggiare, giocare o trascorrere un po’ di tempo in relax;

– Perdetevi nei vicoli del centro storico tra piazzette, palazzi storici e antiche botteghe;

– Assaggiate la mitica focaccia geovese e, nelle vicinanze del Porto Antico provate la buona cucina di MOLO MODO 21 o quella di EATALY ,con un bel panorama e tante specialità locali.

E voi ci siete stati? Avete altri consigli su questa meravigliosa città?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *